Un calo dell’attività di transazione a catena di Bitcoin (BTC) ha portato i minatori a guadagnare solo 30 BTC all’ora. La gente non è interessata a fare transazioni sulla catena di blocco dei bitcoin, invece, sta solo gettando le proprie partecipazioni per i mercati DeFi, o semplicemente ne sta acquistando di più.

È un fatto ben noto, ora, che la blockchain Bitcoin sta elaborando un numero considerevolmente inferiore di transazioni rispetto alla sua controparte ‚Ethereum‘. E questo calo nell’elaborazione delle transazioni ha ridotto significativamente anche le entrate dei minatori. Quanto? Beh, la società di analisi sulla catena Glassnode indica numeri che sono al minimo da 5 mesi.

Il fatturato dei minatori Bitcoin tocca il minimo di 5 mesi
Secondo l’ultimo aggiornamento di Glassnode, i guadagni dei minatori sulla più grande rete di criptovalute sono scesi drasticamente a un minimo di 30 BTC/ora per 5 mesi.

Il 26 maggio 2020 è stato osservato un minimo precedente di 5 mesi di 31.348 BTC

Vedi metrica:https://t.co/doB3A2e0hh pic.twitter.com/EQVVpZ1p2N

– glassnode alerts (@glassnodealerts) 19 ottobre 2020

Questa tendenza al ribasso delle entrate dei minatori bitcoin mostra chiaramente il disinteresse dei trader e degli investitori a condurre transazioni sulla rete BTC. Da quando sono diminuiti, i minatori non hanno molto da elaborare. E perché? Beh, tanto per cominciare, livelli di volatilità bassissimi, anche dopo che BTC è rimasta sopra i 10.000 dollari per un periodo di tempo piuttosto lungo.

Anche se all’inizio dell’anno ci sono state alcune eccitanti azioni sui prezzi. E intorno alla metà del 2020 (quando BTC ha volato sopra i 12.000 dollari), il BTCUSD si è reso conto che la volatilità ha toccato il 33% nell’ultimo mese, e il 27% negli ultimi 10 giorni, secondo la seguente analisi di Skew.

E‘ la prima volta che si vede bitcoin >$10k con una volatilità realizzata così bassa pic.twitter.com/r0Vm3NP8JF

– skew (@skewdotcom) 19 ottobre 2020

La gente non vuole commerciare con le loro proprietà di bitcoin. Invece, si stanno spostando verso altre strade per utilizzare la loro BTC in modo molto più „costruttivo“.

Potrebbe anche piacerti:
Tutto quello che dovete sapere sui progetti di finanza Yearn
CoinGecko: il 23% partecipa all’agricoltura a rendimento, ma il 40% non sa leggere i contratti intelligenti
Bitcoin Taps $11K As Altcoins See A Nightmare Week: L’aggiornamento settimanale del mercato Crypto
Avvolto BTC Soaring Like As If There’s No Tomorrow (come se non ci fosse un domani)
Molteplici fonti di dati suggeriscono che i possessori di bitcoin stanno tokenizzando la loro scorta di BTC en-masse, al fine di sfruttare il boom della DeFi per raccogliere ‚profitti istantanei‘. Secondo Dune Analytics, la fornitura totale di Wrapped Bitcoin (wBTC) sull’Etereum ha superato i 100.000.

Wrapped Bitcoin (wBTC) Supply Now Above 100.000, Fonte: Dune Analytics
Questo ha portato il valore totale del USD bloccato nel wrappedBTC a superare di gran lunga il miliardo di dollari per tutto il mese di ottobre, ed è ancora in costante aumento con i numeri attuali che si avvicinano al numero di 1,25 miliardi di dollari.

Valutazione del bitcoin avvolto
Il totale di USD Bloccato in WrappedBTC ha superato il miliardo di dollari, Fonte: Impulso DeFi
È la terza strada più popolare solo preceduta da Uniswap e Maker. IntotheBlock che utilizza l’apprendimento automatico per arrivare a significativi punti di dati a catena di blocchi, nota che il BTC avvolto ha sperimentato una crescita esplosiva per tutto il 2020. Questo si può effettivamente vedere dal grafico qui sopra.

Altri ‚100+ proprietari di BTC‘ sono ora entrati nell’ecosistema
Come detto in precedenza, le persone non si scambiano bitcoin. O li stanno gettando sull’Ethereum o ne stanno comprando di più. L’ultima serie di dati di Glassnode mostra che il numero di indirizzi BTC con più di 100 monete è in aumento e ha raggiunto un „massimo di 6 mesi“.

Il precedente massimo di 6 mesi, pari a 16.158, è stato osservato il 08 giugno 2020

– glassnode alerts (@glassnodealerts) 19 ottobre 2020

Questo spiega perché le tariffe dei minatori bitcoin sono scese ad un „minimo di 5 mesi“ ed è anche un indicatore piuttosto rialzista per quanto riguarda le prospettive future del mercato.